Detrazioni fiscali 2020 per le inferriate.

Detrazioni fiscali 2020 per le inferriate.

Inferriate e detrazioni fiscali: qualche info burocratica.


E’ stata prorogata fino al 31 Dicembre 2020 la possibilità di usufruire di detrazioni fiscali riguardanti lavori di messa in sicurezza dell’abitazione.

Disciplinata dall’art.16-bis del Dpr 917/86 (Testo unico delle imposte sui redditi), la detrazione fiscale delle spese per interventi di ristrutturazione edilizia è stata resa permanente dal decreto legge n. 201/2011 dal 1° gennaio 2012 dal decreto legge n. 201/2011 e inserita tra gli oneri detraibili dall’Irpef.

La detrazione è pari al 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare, ma dal 26 Giugno 2012 il decreto legge n. 83/2012 ha elevato al 50% la misura della detrazione e a 96.000 euro l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio; ulteriori proroghe hanno fissato la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%) sino al 31 dicembre 2020.

Dal 1° gennaio 2021 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

 

Quali-sono-le-detrazioni-fiscali-2020-per-le-inferriate-como

Le inferriate usufruiscono di queste agevolazioni?

Secondo quanto dichiarato al punto f) nell’articolo 3 del “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia” possono essere passibili di detrazione fiscale IRPEF tutti gli “Interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi.”

Essendo considerati atti illeciti furti, aggressioni, sequestri di persona e reati che comportano la lesione di diritti giuridicamente protetti; la detrazione risulta applicabile alle spese sostenute per realizzare:

  • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici;
  • apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione;
  • porte blindate o rinforzate;
  • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
  • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
  • apposizione di saracinesche;
  • tapparelle metalliche con bloccaggi;
  • vetri antisfondamento;
  • casseforti a muro;
  • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati;
  • apparecchi di prevenzione antifurto e relative centraline.

 

Come si può usufruire delle detrazioni fiscali?

Seppur negli ultimi anni, la burocrazia risulti essere più snella grazie all’abolizione di alcuni passaggi, restano comunque numerosi i dettagli da seguire per poter usufruire della detrazione.

1) Indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione. Inoltre, occorre conservare ed esibire, a richiesta degli uffici, i documenti indicati nel provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 2 novembre 2011.

2) Conservare ed esibire a richiesta degli uffici tutti i documenti relativi ai lavori (comprese fatture e bonifici eseguiti).

3) Inviare all’Azienda sanitaria locale competente per territorio una comunicazione (con raccomandata A.R. o altre modalità stabilite dalla Regione) con tutte le informazioni del caso.

4) E’ necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale , da cui risultino la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione, codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

bonus-inferriate-como

Chi può usufruire della detrazione?

Possono beneficiare dell’agevolazione di detrazione Irpef 50%:

  • il proprietario o il nudo proprietario;
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • l’inquilino o il comodatario;
  • i soci di cooperative divise e indivise;
  • i soci delle società semplici;
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

Ora che è tutto più chiaro puoi procedere alla realizzazione delle grate per mettere in sicurezza la tua abitazione! Hai qualche altro dubbio? Allora non ti resta che contattarci: ti forniremo tutte le spiegazioni di cui hai bisogno! Ci troviamo in provincia di Como, ma siamo a diposizione della clientela di tutta la provincia e anche delle province limitrofe.

grate-sicurezza-casa-como

Detrazioni fiscali 2020: cosa cambia?

Detrazioni fiscali 2020: cosa cambia?

Detrazioni-fiscali-2020-per-inferriate-e-recinzioni

Detrazioni fiscali 2020 per l’installazione delle inferriate: ti chiariamo qualche dubbio!


Sei già abbastanza informato in merito? Disciplinata dall’art.16-bis del Dpr 917/86, il Testo unico delle imposte sui redditi, la detrazione fiscale delle spese per interventi di ristrutturazione edilizia è stata resa permanente dal decreto legge n. 201/2011 dal 1° gennaio 2012 dal decreto legge n. 201/2011 e inserita tra gli oneri detraibili dall’Irpef.

La detrazione è pari al 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare; ma dal 26 Giugno 2012 il decreto legge n. 83/2012 ha elevato al 50% la misura della detrazione e a 96.000 euro l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio; ulteriori proroghe hanno fissato la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%) sino al 31 dicembre 2020. Dal 1° gennaio 2021 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

installazione-inferriate-casa

Le inferriate usufruiscono di queste agevolazioni?

Secondo quanto dichiarato al punto f) nell’articolo 3 del “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia” possono essere passibili di detrazione fiscale IRPEF tutti gli “Interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi.”

Vengono considerati atti illeciti furti, aggressioni, sequestri di persona e reati che comportano la lesione di diritti giuridicamente protetti; la detrazione risulta applicabile alle spese sostenute per realizzare:

  • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici;
  • apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione,
  • porte blindate o rinforzate;
  • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
  • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
  • apposizione di saracinesche;
  • tapparelle metalliche con bloccaggi;
  • vetri antisfondamento;
  • casseforti a muro;
  • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati;
  • apparecchi di prevenzione antifurto e relative centraline.
sostituzione-recinzioni-casa

Per poter usufruire della detrazione relativa, come per gli anni passati, è fondamentale conservare tutte le documentazioni relative ai pagamenti degli interventi di realizzazione e installazione delle inferriate. Hai ancora qualche dubbio? Non esitare a contattare la nostra azienda: saremo lieti di rispondere a tutte le tue domande!

Leggi e normative per l’installazione di cancelli.

Leggi e normative per l’installazione di cancelli.

realizzazione-cancelli-ferro-milano

Installazione cancelli e recinzioni: tutte le possibili casistiche.


Chi ha necessità di recintare una proprietà può farlo in completa autonomia oppure deve richiedere permessi e autorizzazioni per non incorrere in un abuso edilizio? In questo articolo chiariamo qualche dubbio in merito all’installazione di una recinzione, in particolare quando questa rientra nelle attività di edilizia libera e quando invece è necessario il rilascio del permesso di costruire.

Carpenteria-metallica-per-la-realizzazione-di-cancelli-in-ferro-Milano

Cosa dice la normativa italiana.


L’installazione di una nuova recinzione necessita di permessi dedicati in alcuni specifici casi, ovvero:

  • del permesso di costruire se la recinzione modifica irreversibilmente l’assetto urbanistico;
  • dell’autorizzazione paesaggistica se la recinzione ha un impatto significativo sul paesaggio circostante.

In particolare, nella sentenza n. 5276/2013 il Tar Lazio Roma espone che «le opere di recinzione del terreno non si configurano come nuova costruzione, per la quale è necessario il previo rilascio di permesso di costruire, quando, per natura e dimensioni, rientrino tra le manifestazioni del diritto di proprietà, comprendente la delimitazione e l’assetto delle singole proprietà». In questa descrizione rientra «la recinzione eseguita senza opere murarie, costituita da una semplice rete metallica sorretta da paletti in ferro, la quale costituisce installazione precaria e non incide in modo permanente sull’assetto edilizio del territorio». Questo significa che le recinzioni metalliche che non richiedono opere murarie e che non modificano in modo permanente il territorio rientrano a tutti gli effetti nelle attività di edilizia libera. In questo specifico caso non sono quindi necessarie particolari documentazioni, perché l’installazione di questo tipo di recinzioni rientra nel diritto di delimitare la proprietà privata per fini di sicurezza, purché sia rispettata l’osservanza dei vincoli paesaggistici.

installazione-recinzioni-milano

La situazione è diversa quando il progetto prevede la realizzazione di una recinzione caratterizzata da un muretto di sostegno in calcestruzzo e rete metallica o inferriata sovrastante. In questo caso dimensioni e materiali scelti per l’intervento determinano una modifica notevole dell’assetto urbanistico e territoriale. La recinzione viene dunque classificata come nuova costruzione e necessita del permesso di costruire. Gli immobili e le proprietà ubicate in zone di particolare pregio artistico, paesaggistico e storico sono tutelate dalla legge italiana attraverso il vincolo paesaggistico con il duplice obiettivo di preservarle e limitare nuove opere edilizie che possano danneggiarle. In questo caso, prima di effettuare qualunque tipologia di intervento (nuova costruzione, recinzione, ampliamento di immobili preesistenti…) è necessario richiedere un’autorizzazione specifica per evitare di commettere un abuso edilizio.

Se hai ancora qualche dubbio in merito, puoi rivolgerti a noi di CGS Metal: siamo attivi a Milano e provincia con servizi di realizzazione e installazione cancelli e recinzioni, ma non solo! La nostra carpenteria metallica esegue tante altre lavorazioni in ferro ed è in grado di supportare ogni cliente anche con le informazioni relative alle diverse pratiche burocratiche o legali del caso.

Taglio laser: l’innovazione al servizio della tradizione.

Taglio laser: l’innovazione al servizio della tradizione.

I-vantaggi-del-taglio-laser-metalli-monza-brianza

La precisione fatta macchina!


Niente può essere più preciso e definito di un taglio fatto con una macchina da taglio laser. Si tratta di una tecnologia avanzata che, tramite il controllo da computer, ci permette di definire le linee dei metalli in maniera impeccabile. Il taglio laser è una tecnologia nuova, ma solo in parte, in quanto la sua invenzione risale al 1965, cinquantaquattro anni fa. In questo lasso di tempo il taglio laser ha tracciato un solco incredibile, diventando pian piano uno standard aziendale utilizzato in attività di qualsiasi dimensione, comprese le carpenterie, sia leggera che pesante.

carpenteria-metallica-monza-brianza

Come funziona?


Il taglio laser può essere utilizzato per la lavorazione di materiali quali lamiere d’acciaio, tubi, vetro e PVC, ed è costituito essenzialmente da un oscillatore sistemato su di un asse, oppure, ancor meglio, su di un braccio robotico e da una schermata che protegge dal raggio di luce guidato tramite computer. Ogni azienda necessita di macchinari da taglio laser che consentano di operare col massimo profitto grazie a dei supporti che permettono di velocizzare il carico del lavoro, operando da sole o in combinata. La sostanza è comunque condotta dal braccio che opera il taglio.

taglio-laser-monza-brianza

Perché utilizzarlo?


La potenza del taglio laser è data, oltre che dall’alta precisione, dalla velocità, che in certi casi permette di eseguire un taglio dimezzando il tempo di esecuzione del 90% . Questi due fattori uniti garantiscono un risultato impossibile da sottovalutare. Dovendo procedere al taglio di vari tipi di materiali (metallici ma anche non metallici), l’opzione da preferire è sicuramente quella del taglio laser, che presenta innumerevoli benefici rispetto ai vecchi sistemi di taglio meccanico.

La sua elevata precisione è tale da escludere ulteriori tipi di trattamento sui materiali impiegati, perché già di per sé il taglio laser garantisce un livello di finitura ottimale, oltre che la quasi totale assenza di scorie. Di conseguenza, il tasso d’inquinamento risulta pari a zero.

CGS Metal utilizza questa e molte altre tecnologie per garantire risultati sempre ottimali e di qualità eccellente: se sei curioso di sapere quali sono, contattaci! Operiamo in tutta la provincia di Monza Brianza e limitrofi!

Carpenteria metallica leggera e pesante: conosci la differenza?

Carpenteria metallica leggera e pesante: conosci la differenza?

La produzione su misura di CGS Metal.

La produzione su misura di CGS Metal.

La nostra produzione su misura.La CGS Metal è un’azienda specializzata nella lavorazione del ferro. La nostra carpenteria metallica, in provincia di Monza Brianza, ma attiva su tutto il territorio lombardo, è dotata di una struttura che copre tutti gli...

lavorazioni-di-carpenteria-leggera

La differenza sostanziale tra carpenteria leggera e pesante riguarda principalmente il metodo di lavorazione delle lamiere adoperate per realizzare le strutture. Per rientrare in un lavoro di carpenteria metallica pesante è necessario sottostare alle esigenze di tipo industriale e civile che devono assolutamente rispettare le norme vigenti legate al peso da sopportare. Quindi attraverso un preciso lavoro di stratificazione di lamiere si devono raggiungere standard di stabilità che garantiscano la massima tenuta e sicurezza. In questo modo si possono costruire capannoni, fabbricati, tettoie e così via.

Per creare lavori di carpenteria pesante servono macchinari professionali, certificazioni a norma e tanta esperienza per quanto riguarda i processi di calandratura e saldatura.

Azienda-per-lavorazioni-di-carpenteria-metallica-milano

Nella carpenteria leggera si utilizzano lamiere più sottili, ma attenzione: questo non significa che si tratti di un’attività più semplice o meno impegnativa, anzi. Spesso e volentieri ci si trova di fronte a realizzazione complesse che necessitano di doti manuali non indifferenti, qualora ci si trovi di fronte ad una richiesta di design per un cancello o una ringhiera, per esempio. Il metallo gioca un ruolo fondamentale nella carpenteria metallica leggera e i processi di installazione devono essere realizzati in modo da non scalfire la resistenza delle opere.

Il ferro, in particolare, è il metallo per eccellenza, sapientemente lavorato dai nostri artigiani, tramite attrezzatura ed esperienza che danno vita ad opere belle da vedere e di lunga durata.

Carpenteria-metallica-leggera-milano

Operiamo nel settore da molti anni, ormai e siamo sempre propensi ad adottare nuove tecniche, senza dimenticare l’antica arte della lavorazione del ferro. Per richiedere maggiori informazioni o usufruire dei nostri servizi, puoi contattarci telefonicamente o tramite e-mail. Siamo attivi in tutto il territorio della Monza-Brianza.

Cinque cose da sapere sulla carpenteria metallica!

Cinque cose da sapere sulla carpenteria metallica!

Carpenteria-metallica-realizzazioni-in-ferro-monza-brianza-lombardia

A “lezione” di carpenteria metallica.


CGS Metal opera da diversi anni nel settore della carpenteria metallica, offrendo una moltitudine di servizi, ma sei sicuri di sapere tutto sulla carpenteria metallica?

lavorazione-ferro-monza-brianza
  1. Quella che viene definita “carpenteria metallica” indica la lavorazione di un vasto insieme di prodotti metallici finiti, realizzati attraverso tecniche di lavorazione specifiche, utilizzando macchinari e attrezzature proprie del taglio, della deformazione, della saldatura e della rifinitura. Così come avviene da CGS, dove il processo di sviluppa dalla prima fase alla fase finale di rifinitura e montaggio nel luogo di destino.
  2. All’interno di questo grande insieme, troviamo varie specifiche tipologie di carpenteria con le definizioni di carpenteria pesante, carpenteria strutturale e carpenteria leggera. In più troviamo quel ramo di carpenteria metallica che si occupa della realizzazione di manufatti che soddisfano le esigenze di tutti i settori industriali e civili come, ad esempio, l’arredamento per interni, l’arredamento urbano e l’architettura in genere.
  3. La carpenteria metallica pesante è la lavorazione e il montaggio di elementi di metallo per strutture portanti e di grandi dimensioni. La carpenteria metallica pesante differenzia da quella leggera per la complessità dei lavori e per la scelta dei metalli, più spessi, che si vanno ad usare per la realizzazione delle opere. La carpenteria metallica pesante è ottima per soddisfare le esigenze di tutti i settori industriali e civili come, l’industria, l’arredamento urbano, l’architettura esterna o interna.
  4. La carpenteria leggera si differenzia dalla carpenteria pesante per il minor spessore delle lamiere e per la tipologia di progetti svolti, collegati solitamente ad arredamenti interni, vani scale o cancelli e infissi.
  5. Veniamo ai materiali. Il materiale per eccellenza è il ferro, che non può essere utilizzato nella sua forma pura, ma è sempre addizionato con altri elementi e metalli per migliorare le sue caratteristiche di resistenza e di durata.

 

Ora che hai capito qualcosa in più sulla carpenteria metallica in generale, visita anche il nostro sito e richiedi un preventivo per realizzare qualsiasi tuo progetto, in provincia di Monza Brianza ma anche sulle altre province della Lombardia!