Lavorazione del ferro: cosa è cambiato da ieri ad oggi.

Lavorazione del ferro: cosa è cambiato da ieri ad oggi.

Carpenteria-metallica-lavorazione-ferro-milano

Il ferro: il signore dei metalli.


Il ferro è il metallo in assoluto più usato dall’uomo: rappresenta da solo il 95% della produzione di metalli del mondo. Le prime prove d’utilizzo del ferro vengono già 4000 anni prima di Cristo; veniva utilizzato per la produzione di piccoli oggetti, come punte di lancia e gioielli. I composti del ferro più utilizzati sono la ghisa, l’acciaio e, naturalmente, il ferro battuto, utilizzato nelle diverse epoche storiche a scopi strutturali e decorativi.

lavori-in-ferro-cancelli-milano

Ferro e artigianato.


L’artigianato del ferro inizia a diffondersi in Italia in epoca medioevale, un po’ in tutte le regioni. Lampade, alari, borchie, cancellate ed altri manufatti, come figure di animali o umane, sono creazioni di un unico filone artistico. Tuttavia, le opere in ferro collegate all’architettura furono per molto tempo limitate a cancelli di chiusura di porte o transenne divisorie nelle chiese, caratterizzate da una linea molto austera. L’arte del ferro successivamente divenne, rispetto ai decenni precedenti, più “fredda”, nel senso che venne lasciato meno spazio alla fantasia; nell’architettura dell’epoca, infatti, le opere in ferro non potevano essere diverse e la grande sobrietà della loro forma d’insieme, così come la pulizia nei dettagli, costrinsero i fabbri a sperimentare nuovi metodi di lavoro e a trasformare la stessa attrezzatura delle loro officine.

Il ferro e i metalli in genere hanno giocato sempre un ruolo rilevante nello sviluppo della civiltà, tanto da potersi ritenere che la storia della metallurgia e quella della civiltà siano direttamente interconnesse: la lavorazione dei metalli, infatti, ha sempre influenzato l’evolversi della storia e della civiltà essendo legata alla produzione di armi, strumenti agricoli, oggetti di culto e della vita di ogni giorno.

tavoli-in-ferro

Il primo tra tutti i metalli!


Tra i metalli, al primo posto naturalmente figura il ferro, l’elemento più abbondante sulla terra, tanto da costituire il 34,6% della massa del nostro pianeta, la cui massima concentrazione si trova nel nucleo centrale, costituito probabilmente da una lega di ferro e nichel. Estremamente importante nella tecnologia per le sue caratteristiche meccaniche, la sua lavorabilità e, in tempi recenti, per le leghe da esso derivate, la ghisa e l’acciaio; in passato fu tanto importante da dare il nome ad un intero periodo storico, l’età del ferro, caratterizzato dall’utilizzo della metallurgia del ferro, iniziato intorno al XII secolo a.C. nel mondo mediterraneo e tra il IX e l’VIII a. C. nell’ Europa settentrionale. Periodo che, con la sua tecnica, influenzò profondamente e in modo duraturo la società di alcune culture, in particolar modo in Europa.

Insomma, il ferro è presente nella quotidianità da che mondo è mondo! E la nostra carpenteria metallica conosce benissimo l’importanza di questo metallo nella vita di tutti i giorni: la lavorazione del ferro è il nostro lavoro, da diversi anni ormai, che eseguiamo con passione e grade professionalità. Per eseguire dei lavori in ferro, come cancelli, tavoli e inferriate e tanto altro ancora, a Milano e provincia, non esitare a contattarci!

Il ferro: conosciamo meglio questo materiale dalle mille proprietà.

Il ferro: conosciamo meglio questo materiale dalle mille proprietà.

Caratteristiche-e-proprieta-del-ferro-como

Mi presento: sono il Signor Ferro!


Il ferro è un metallo brillante, duttile, malleabile, grigio-argenteo; il più usato di tutti i metalli, formando il 95 % di tutto il metallo prodotto universalmente. La combinazione di basso costo e ad alta resistenza lo rendono indispensabile nella vita quotidiana: le sue applicazioni vanno da contenitori alimentati ad automobili famigliari, dai cacciaviti alle lavatrici, dalle navi da carico alle graffette per la carta.

carpenteria-metallica-como

Il ferro nell’ambiente.


Il ferro è il metallo più abbondante sulla terra ed è considerato il decimo elemento più abbondante nell’universo. Il ferro è inoltre l’elemento più abbondante che forma la terra; la concentrazione di ferro nei vari strati della terra varia da molto alta nel nucleo interno a circa 5% nella crosta esterna. La produzione mondiale di ferro nuovo è pari a oltre 500 milioni di tonnellate all’anno e quella di ferro riciclato aggiunge altri 300 milioni tonnellate. Le riserve economicamente sfruttabili di minerali ferrosi superano i 100 miliardi di tonnellate.

lavorazione-ferro-como

Caratteristiche e proprietà.


La grandissima solidità, la possibilità di graduarne la sezione di resistenza agli sforzi, l’indistruttibilità e il recupero praticamente totale del materiale, hanno fatto sì che il ferro diventasse uno dei principali elementi strutturali utilizzati nelle opere edili unitamente al cemento armato. Il ferro è inalterabile all’aria secca e non viene attaccato da acqua priva di anidride carbonica disciolta. All’aria umida questo metallo si copre di ruggine, chimicamente carbonato ferrico basico idrato, che non aderisce alla superficie ma la sgretola permettendo così al processo di proseguire fino alla totale trasformazione del metallo. Questo fenomeno chimico ed altri analoghi costituiscono, spesso, un grosso problema tecnico.

Caratteristiche-ferro

Utilizzi.


Si tratta di un metallo essenziale per l’industria siderurgica: non esistono leghe d’acciaio senza ferro. È il ferro, infatti, che ci consente di progettare, inventare, forgiare e realizzare una serie infinita di strutture metalliche che sono indispensabili e imprescindibili per la creazione di elementi strutturali. Questo metallo, estremamente importante nella tecnologia moderna per le sue caratteristiche meccaniche, la sua lavorabilità e, in tempi recenti, per le leghe che ne derivano; in passato fu addirittura tanto importante da imporre il nome ad un intero periodo storico: l’età del ferro, appunto.

Oggi il ferro è in assoluto il metallo più utilizzato dall’umanità, rappresenta da solo il 95% della produzione di metalli nel mondo. La sua resistenza ne fa infatti un materiale da costruzione indispensabile, la cui lavorazione è oggi in mano alle carpenterie metalliche. Dai cancelli alle inferriate, passando per l’arredamento e l’oggettistica, oggi questo metallo fa totalmente parte della vita quotidiana e anche noi di CGS Metal, nella nostra carpenteria metallica in provincia di Como, ci siamo specializzati in lavorazioni e realizzazioni sempre più complesse ed efficienti.

Manutenzione cancelli automatici: quali sono le norme a riguardo?

Manutenzione cancelli automatici: quali sono le norme a riguardo?

Qual-e-la-normativa-per-la-manutenzione-dei-cancelli-automatici-milano

Manutenzione cancelli automatici.


La manutenzione dei cancelli automatici è obbligatoria ed è disciplinata dalla legge, che ne regola le modalità. Quando va fatta? Perché è così importante? Qual è la normativa che la disciplina? In questo articolo rispondiamo a tutte queste domande!

manutenzione-obbligatoria- cancelli-automatici-milano

Per garantire il massimo della sicurezza.


Il principale motivo per il quale la manutenzione dei cancelli automatici è disciplinata a livello legale ed è, quindi, obbligatoria è di natura preventiva: il cattivo funzionamento di un cancello elettrico può causare spiacevoli incidenti, spesso anche molto gravi.  Dal 1° agosto 2002 è entrata in vigore una precisa normativa che regolamenta proprio le modalità di installazione e di manutenzione dei cancelli automatici, allo scopo di garantire la massima sicurezza e tutelare le persone.

Vediamo cosa dice esattamente la normativa e perché è così importante rispettarla.

L’installazione di un cancello automatico, in un condominio o in un’abitazione privata, deve essere effettuata da ditte specializzate, che eseguano i lavori nel rispetto della normativa vigente. Oltre a installare il cancello a norma, bisogna effettuare il collaudo e la verifica dell’automazione della macchina, che devono essere riportati sulla documentazione rilasciata al proprietario, da conservare per dieci anni.

Una volta installati, però, i cancelli devono ricevere adeguata manutenzione per verificarne il corretto funzionamento e salvaguardarne la durata nel tempo. Non bisogna aspettare che si verifichi un guasto più o meno importante per intervenire, è necessario che ci sia un monitoraggio costante, per non rischiare di mettere in pericolo l’incolumità delle persone.

normativa-cancelli-automatici

Cosa dice la normativa.


Le normative che regolano l’installazione e la manutenzione dei cancelli automatici sono la 98/37/CE e s.m.i. e la Direttiva 2006/42/CE, conosciuta anche come “Direttiva Macchine”.

Con questa direttiva, i cancelli automatici vengono assimilati alle macchine e, per questo, devono essere utilizzati rispettando le norme di sicurezza e le regole di manutenzione necessarie alla conservazione dell’efficienza. La direttiva del Dlgs. 2010/17 prevede che la manutenzione dei cancelli automatici venga effettuata ogni anno, con obbligo di certificazione da parte della ditta che esegue i lavori e di marchiatura CE, tramite l’apposizione di una targhetta sull’impianto.

La dichiarazione CE di conformità tutela il proprietario del cancello automatico che, in questo modo, ha la garanzia che il lavoro è stato eseguito a norma di legge. Insieme alla targhetta, la ditta manutentrice consegna anche un documento con le regole da seguire per un utilizzo e una conservazione adeguata del cancello.

 Per questi motivi, è sempre importante verificare che la ditta che esegue i lavori di manutenzione dei cancelli automatici sia qualificata e certificata per questa tipologia di interventi. Se stai cercando una ditta che si occupi di installazione e manutenzione certificata di cancelli automatici, a Milano e provincia, non esitare a contattare la nostra azienda!

Detrazioni fiscali: facciamo un po’ di chiarezza sull’argomento.

Detrazioni fiscali: facciamo un po’ di chiarezza sull’argomento.

Detrazioni-fiscali-2019-inferriate-di-sicurezza-Como-Lombardia

Qualche informazione sulle detrazioni previste per il 2019!


Complemento di protezione e, allo stesso tempo, di design, grate e inferriate sono l’espediente ideale per proteggere la propria casa da intrusioni indesiderate, in quanto rappresentano un fastidioso ostacolo per chi tenta di entrare in un’abitazione.

Anche questi sistemi di sicurezza passiva rientrano tra gli elementi soggetti a detrazione fiscale: ma come funziona l’intera procedura? A quanto ammonta l’incentivo fiscale? In questo articolo i nostri esperti forniscono qualche dritta per semplificarti il viaggio nel complicato mondo burocratico delle agevolazioni fiscali!

incentivo-fiscale-inferriate-Como

Andiamo nel dettaglio…


Disciplinata dal “Testo unico delle imposte sui redditi”, la detrazione fiscale delle spese per interventi di ristrutturazione edilizia è stata resa permanente dal Decreto Legge n. 201/2011 dal 1° gennaio 2012 e inserita tra gli oneri detraibili dall’Irpef. La detrazione è pari al 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare; ma dal 26 Giugno 2012 il decreto legge n. 83/2012 ha elevato al 50% la misura della detrazione e a 96.000 euro l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio; ulteriori proroghe hanno fissato la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%) sino al 31 dicembre 2019.  Dal 1° gennaio 2020 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

Le inferriate usufruiscono di queste agevolazioni in quanto, secondo quanto dichiarato al punto f) nell’articolo 3 del “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”, possono essere passibili di detrazione fiscale IRPEF tutti gli “Interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi.”

In sostanza, le detrazioni fiscali risultano applicabili alle spese sostenute per realizzare:

  • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici;
  • apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione;
  • porte blindate o rinforzate;
  • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
  • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
  • apposizione di saracinesche;
  • tapparelle metalliche con bloccaggi;
  • vetri antisfondamento;
  • casseforti a muro;
  • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati;
  • apparecchi di prevenzione antifurto e relative centraline.
detrazioni-grate-2019-Lombardia

Come si può accedere delle detrazioni fiscali?


1) Indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile.

2) Conservare ed esibire tutta la documentazione richiesta, ovvero le abilitazioni amministrative in relazione alla tipologia di lavori da realizzare e la comunicazione preventiva contenente la data di inizio dei lavori; la domanda di accatastamento per gli immobili non ancora censiti; le ricevute di pagamento dell’Ici; tutte le fatture e le ricevute fiscali relative alle spese effettivamente sostenute; tutte le ricevute dei bonifici di pagamento.

3) Inviare all’Azienda sanitaria locale competente la comunicazione con tutte le informazioni necessarie richieste.

4) Pagare mediante BONIFICO; è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale, da cui risultino la causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

grate-di-sicurezza

Chi può usufruire della detrazione?

Possono beneficiare dell’agevolazione di detrazione Irpef 50 %:

  • il proprietario;
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • l’inquilino o il comodatario;
  • i soci di cooperative divise e indivise;
  • i soci delle società semplici;
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce;
  • il familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici risultino intestati a lui;
  • coloro che acquistano un immobile sul quale sono stati effettuati interventi che beneficiano della detrazione, ai quali vengono trasferite in automatico le quote residue del “bonus”, a meno che non intervenga accordo diverso tra le parti;
  • chi esegue i lavori in proprio, soltanto, però, per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.

CGS Metal è il tuo consulente di fiducia non solo per quanto riguarda la produzione e l’installazione di inferriate ed altri sistemi di sicurezza passiva, ma anche per tutte le informazioni di cui necessiti per le relative detrazioni fiscali. Contattaci! Saremo lieti di rispondere a qualsiasi tua domanda o curiosità! Ci troviamo in provincia di Como ed operiamo in diverse zone della Lombardia.

Fiera dell’artigianato di Rho: CGS Metal c’è!

Fiera dell’artigianato di Rho: CGS Metal c’è!

Fiera-dell-artigianato-di-Rho-2018-Milano

La protezione garantita.


I portoncini blindati, oltre a presentare un aspetto estetico altamente personalizzabile, offrono garanzie prestazionali di sicurezza eccellenti: per tali motivi vengono sempre più scelte per la protezione della propria abitazione. Vengono realizzati con telai in acciaio elettrozincato verniciato a polvere e dotati di rostri fissi antiscardino in acciaio sul lato cerniere e di serrature di sicurezza montate su piastre antitrapano a più punti di chiusura e a più mandate.

Per assicurarsi, però, che questi sistemi garantiscano a pieno le grandi prestazioni di cui sono capaci, c’è bisogno di eseguirne la corretta manutenzione in maniera regolare. In tal modo si ottiene un duplice risultato: da un lato, la durata dell’infisso aumenta in maniera considerevole, così come la sua efficienza; dall’altro, si ha la certezza che la grande protezione garantita da una porta blindata non diminuirà nel tempo.

espositori-fiera-artigianato

Per vedere e toccare le nostre realizzazioni!


Anche noi di CGS Metal, come ogni anno, siamo presenti a quello che è uno degli eventi fieristici più importanti a livello mondiale. Dall’1 al 9 Dicembre 2018 ci trovate tutti i giorni dalle 10:00 alle 22:00 con il nostro stand presso il padiglione 4 di FieraMilano di Rho-Pero. Insieme a noi le nostre realizzazioni di carpenteria metallica leggera: cancelli e inferriate di design, persiane blindate per la sicurezza delle abitazioni, ringhiere e parapetti, tutti magistralmente realizzati grazie alla sapienza e all’ingegno del nostro esperto staff.

Venite a trovarci per vedere e toccare con mano le nostre realizzazioni, o anche solo per chiedere informazioni sui nostri servizi. Vi mostreremo la nostra realtà aziendale e vi illustreremo come avviene la realizzazione delle nostre opere di carpenteria. Un piccolo tour guidato, alla scoperta del nostro mondo fatto di materiali e strumenti, personale qualificato nel settore, progettazioni e installazioni professionali e certificate.  Oltre alla Fiera dell’artigianato di Milano, siamo soliti partecipare a diversi eventi di settore proponendo i nostri prodotti di punta. La nostra azienda si trova in provincia di Como, ma nel frattempo potete venire a trovarci al nostro stand!